Pressoterapia - Cellulite e Ritenzione Idrica

Molte donne cercano oggi una soluzione efficace ai problemi di ritenzione idrica, o ancora si impegnano nella ricerca di trattamenti che sappiano combattere i problemi di cellulite. Oggi esiste un sistema che permette di affrontare, insieme, tutte queste problematiche, e inoltre di asciugare le zone del corpo trattate con effetti dimagranti, specie in persone gravate da sovrappeso.

La soluzione a tutti questi problemi è la cosiddetta pressoterapia, ossia un trattamento medico ed estetico che migliora il funzionamento del sistema circolatorio e del sistema linfatico nella persona che vi si sottopone. Il termine stesso di “pressoterapia” lascia intuire il metodo attraverso il quale tale trattamento viene applicato, dal tuo medico o dal centro estetico prescelto, sulla donna.

Tale trattamento consiste infatti nell’esercizio di una pressione esterna sulla zona trattata, tramite una apparecchiatura specificamente progettata per tale compito. Solitamente, l’oggetto del trattamento sono gli arti, gambe o braccia che siano, ma anche zona addominale è molto spesso trattata su richiesta del cliente.

I benefici della pressoterapia

L’applicazione sul corpo del trattamento di pressoterapia, indipendentemente da quella che è la zona che viene ad essere trattata nella singola seduta, permette il perseguimento di molteplici effetti, tutti positivi e benefici per il corpo. Ti proponiamo qui un elenco schematico per comprendere la opportunità di procedere a simili trattamenti, per poi analizzarli singolarmente e con maggiore attenzione in paragrafi a parte e a loro dedicati.

Ecco allora alcuni dei motivi che spingono le donne a rivolgersi al proprio medico curante, o a un centro estetico specializzato, per ottenere la applicazione di un trattamento di resso terapia.

  • Inestetismi provocati da cellulite
  • Ritenzione idrica
  • Sovrappeso
  • Tonificazione dei tessuti

Per quanto concerne un discorso ancora generale, invece, i trattamenti di pressoterapia permettono di tonificare i tessuti del corpo trattato (specialmente gambe, braccia e addome) in modo da favorire sia la circolazione che la eliminazione dei liquidi in eccesso presenti nel corpo. Ma non solo questo: va detto infatti anche, a seguito di un simile trattamento, la paziente che vi si è sottoposta percepisce una sensazione di benessere generale e una piacevole percezione di leggerezza negli arti trattati.

Read more...

Filler a base di Acido Ialuronico

Con l’acido ialuronico, una sostanza naturale completamente biocompatibile è possibile ristabilire gli equilibri naturali del volto, donando volume dove necessario.

I filler vengono principalmente impiegati per le rughe naso geniene, per il contorno occhi, per la ridefinizione volumetrica delle labbra e per il terzo inferiore del volto.  

Il filler è un riempiente, e come tale va a rimpiazzare le aree di depressione create dalle rughe, o dagli svuotamenti tissutali.   

Il materiale con cui è fatto, è in genere costituito da acido ialuronico, un disaccaride (quindi uno zucchero) presente in tutte le cellule animali, compreso l’uomo.   Opportunamente trattato in laboratorio, assume la caratteristica di degradarsi molto lentamente, e di mantenere il volume prodotto per alcuni mesi, venendo metabolizzato dall’organismo.   
Viene introdotto nell’organismo mediante inoculazione con un piccolo ago, risultando l’impianto quasi indolore.   
E’ sicuro, non dà allergie, e se ben posizionato aiuta a ridare turgore e tridimensionalità del volto.   Dopo trattamento, bisogna fare attenzione a non esporsi direttamente al sole per alcuni giorni.   Eccezionalmente può verificarsi in qualche punto una rottura involontaria di capillari, creando dei piccoli ematomi che si risolvono spontaneamente nello spazio di qualche giorno.   
Il risultato, se il filler è ben impiantato dal medico risulta molto bello.   Dopo alcuni mesi, può essere ripetuto, per mantenere costante il risultato.   Non vi sono controindicazioni di rilievo, salvo in soggetti affetti da herpes in fase attiva.

 

fonte: http://www.mediciestetici.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48:i-filler-a-base-di-acido-ialuronico&catid=24:filler-a-base-di-acido-ialuronico&Itemid=218

Read more...

Cervicale: il 60% degli italiani si lamenta per il dolore

Sei italiani su dieci soffrono di cervicalgia, un dolore che assale nuca, collo e spalle, accompagnato da rigidità dei movimenti e difficoltà a riposare. Le stime sono della Siot, la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia che attribuisce tanto malessere soprattutto a problemi di postura legati per esempio alle troppe ore trascorse seduti davanti al computer, ai tacchi vertiginosi indossati a lungo ma anche a sport ed esercizi eseguiti in maniera scorretta.

"Una vera e propria malattia sociale che colpisce indipendentemente uomini e donne. E in molti di questi casi il fastidio e il dolore possono essere così importanti da incidere sulla qualità della vita" sottolinea Paolo Cherubino, presidente della Siot. Tra le cause, oltre alla postura scorretta, ci possono essere patologie degenerative, da sovraccarico e post-traumatiche, ma anche  tensione e ansia che fanno con contrarre i muscoli del collo, con conseguente dolore alla cervicale.
Mai trascurare il problema, soprattutto se frequente: è bene rivolgersi al proprio medico di famiglia o allo specialista che, valutando la situazione, potrà prescrivere gli esami necessari ad accertare le vere cause.

Quando la causa è la postura scorretta, la prevenzione è fondamentale e passa attraverso degli esercizi di mobilitazione della cervicaleda eseguire per una decina di minuti ogni giorno: “Fare piccoli e dolci movimenti con il collo, appena svegli – ricorda Cherubino -  riduce sensibilmente il rischio di una cervicalgia su base posturale”. E infine, sempre dal punto di vista della prevenzione, un suggerimento alle donne: “Non indossate scarpe con un tacco superiore ai 5 cm. Il famoso tacco 12 è bene riservarlo alle occasioni in cui veramente non se ne può fare a meno" conclude il presidente della Siot.

 

 

fonte: http://www.ok-salute.it/benessere-fitness/cervicale-60-italiani-si-lamenta-dolore

Read more...

7 trucchi per un sorriso perfetto

L'APPARENZA INGANNA 
Ebbene sì, il bianco può tradire. Avere un sorriso hollywood style infatti non significa che i denti siano sani. Alcuni prodotti “bleaching” infatti rischiano di mascherare i problemi reali. Il consiglio è quindi di non saltare mai l'appuntamento con il dentista anche perché, come sottolineano gli specialisti, la maggior parte dei problemi ha una natura graduale e, se non risolti in tempo, potrebbero costare molto in termini di salute (e denaro). 


SORRISO SENZA MACCHIA 
Non è una novità, alcuni alimenti – come il vino rosso, il caffè e il té – possono rovinare lo smalto dei denti. La buona notizia però è che ce ne sono altri che invece aiutano a mantenere il sorriso sano e ultra white. Qualche esempio: latticini, ribes e té verde (questi ultimi contengono polifenoli che combattono l'insorgere della placca).


BEAUTY ROUTINE
Provate a pensarci: nonostante il sorriso sia una delle prime cose che gli altri notano di noi, dedichiamo pochissimo tempo ai nostri denti se paragonato alla cura con cui trattiamo i capelli o il viso. È ora di rivoluzionare la propria routine di bellezza a favore della bocca. Il consiglio? Affidatevi, se potete, a uno spazzolino elettrico (evita gli errori e pulisce a fondo) e come dentifricio alternate un prodotto standard a uno sbiancante così da rispettare sia lo smalto, sia le gengive. 


IL LIFTING DEL SORRISO 
Si chiama letteralmente smile-lift e come suggerisce la parola è una procedura che ringiovanisce il sorriso. Secondo il Dottor Apa, intervistato da Shine, si può ricreare (grazie a corone e inserti di porcellana) sia il colore sia la forma che meglio si adatta al viso di ognuno. Secondo l'esperto è un intervento poco invasivo e molto estetico visto che può evitare di dover ricorrere alla dentiera. 


STOLEN SMILE
Ci avete mai fatto caso? Gli scatti più belli sono quelli rubati, scattati quando non ve lo aspettavate con un sorriso di cuore e una risata di pancia. Per questo, se dovete sfoggiare un unforgettable smile puntate su quello che potreste tenere per un quarto d'ora senza stancarvi. Il viso non deve essere teso, l'espressione rilassata. Se con il labbro inferiore sfiorate la fine dei denti superiori siete nella direzione giusta. Allontanate infine l'idea di sorridere a un amico che non vedete da tempo: la gioia improvvisa trasforma un po' il viso, gli occhi diventano socchiusi e i muscoli del collo si tendono. 


LA MOSSA GIUSTA
Ahinoi, l'effetto double chin è sempre dietro l'angolo. Perché il viso non assuma espressioni strane e risulti definito, prima di sorridere ruotate leggermente la testa e portate il mento verso il basso. 


COLORE, COLORE, COLORE
Perché le labbra siano la cornice perfetta del sorriso e lo esaltino, bisogna puntare sul rossetto giusto. Tenete sempre presente che le tonalità che contengono il blu (burgundy, prugna e ciliegia) minimizzano i difetti e fanno sembrare il sorriso più bianco. Attenzione invece alle tonalità nude e del beige. Ah, se avete sempre tracce di rossetto sui denti potrebbe essere un problema di placca.

Chiedici un consiglio per avere un sorriso migliore e sempre più bello. Chiamaci al 3406327440 per una visita GRATUITA.

Read more...

Epilazione laser: per una pelle liscia e libera da peli superflui

Morbida, candida, delicata. La pelle: quello strato soffice e vellutato che riveste il corpo; quell’insieme di tessuti che costituisce l’intelaiatura armonica del disegno epidermico; quella strepitosa barriera che protegge la silhouette, rendendola sinuosa, forte, attraente. Poderosa difesa ai perpetui cambiamenti climatici, l’epidermide è un incredibile velo che respirando – incamerando ossigeno ed acqua – apporta idratazione e nutrimento alle cellule, eliminando così tossine e sudore. Ma seppur termoregolatrice ed antimicrobica, la pelle conserva in sè quel fascino di misterioso involucro, racchiudendo, inoltre, quel quid di fragilità e dolcezza, tipico del gentil sesso, da sempre attanagliato da smagliature, cellulite e da loro, i peli superflui; da sempre eliminati per un’esigenza estetica, oltre che per motivi igienico – sanitari.

Ed affinché alla pelle possa essere donata compattezza, luminosità, eleganza, eroticità, le donne ricorrono principalmente a due trattamenti, depilazione ed epilazione, termini alquanto affini ma con diverso significato: mentre la depilazione indica l’eliminazione del pelo dalla superficie cutanea per ridurne, temporaneamente, la lunghezza – asportandone, pertanto, solo la parte esterna – con l’epilazione, invece, il pelo viene interamente rimosso, fino al bulbo pilifero. Rapida la prima – eseguita preferibilmente su gambe, inguine, ascelle, duratura la seconda – attuabile su ciascuna parte del corpo ricoperta di peli superflui; tuttavia, entrambe efficaci per una pulizia estrema dell’epidermide. E dalla semplice lama alla classica ceretta, apparecchiature di ultima generazione consentono un derma liscio in modo permanente ed il laser risulta essere un trattamento abbondantemente richiesto: l’energia della luce emessa, viene catturata dalla melanina e trasformata in calore, “danneggiando” la matrice pilifera. Tecnica sicura per la pelle, in quanto selettiva (agisce, cioè, laddove l’impulso luminoso colpisce), il laser procede solo sul pelo in fase “anagen” (ovvero in crescita) e pertanto, risultano necessarie più sedute per una cute completamente liscia.

Puoi prenotare una consulenza gratuita telefonando al 3406327440. Le sedute si effettuano presso i nostri studi nelle sedi di Sammichele di Bari e Bitonto.

 

Read more...

I 5 usi alternativi del dentifricio

Pulire il biberon. 

Per pulire a fondo il biberon ed eliminare così qualsiasi odore possa stagnare all’interno, vi basterà munirvi di un semplice scovolino e della pasta dentifricia con all’interno microgranuli. Dopo, premuratevi di sciacquare bene il biberon per eliminare qualsiasi residuo. Vi accorgerete immediatamente della profonda azione sgrassante esercitata dal dentifricio.

Come smacchiatore.

Non c’è niente di più efficace contro le macchie più difficili: tappeti, tessuti e vestiti possono tranquillamente essere pretrattati con una buona dose di dentifricio strofinata energicamente sulla parte desiderata. Evitate ovviamente di farlo sui capi più delicati e non utilizzate mai dentifrici sbiancanti, potrebbero avere un’azione candeggiante.

Mai più lenti appannate. 

Questo è un espediente utilizzato dai nuotatori e gli amanti dello snorkeling, vi basterà strofinare delicatamente una piccola dose di dentifricio sulle lenti degli occhialini da nuoto e delle maschere da sub per evitare che queste si appannino una volta sott’acqua. Meglio evitare di usare tutti quei dentifrici contenenti mirogranuli per non rischiare di graffiare le lenti.

Contro il bruciore delle punture di insetto. 

Che siano pizzichi di zanzare o punture di tafani, api o vespe, nulla calma il bruciore e il prurito quanto un velo di dentifricio sulla parte interessata. Molto utile anche in caso di herpes e piccole ustioni, perchè aiuta a seccare la ferita e velocizza così la cicatrizzazione.

Pulisce le unghie. 

Mai buttare un vecchio spazzolino, può sempre tornare utile per la manicure! Metteteci su un po’ di dentifricio sbiancante e spazzolate energicamente le unghie una ad una, poi sciacquate il tutto con abbondante acqua tiepida. Da subito le vedrete più lisce e chiare, un rimedio economico per sbiancare e fortificare le unghie.

 

fonte:http://www.chedonna.it/2014/09/23/5-cose-sapere-dentifricio/

Read more...

Il feto alza il pollice come Fonzie. L'ecografia fa il giro del mondo.

L'immagine, postata sul web da un futuro papà della Pennsylvania, ha conquistato migliaia di clic.

Quando ha visto l'ecografia non ha potuto far altro che sorridere e condividerla su Facebook. E in poche ore la foto ha fatto il giro del mondo, conquistando migliaia di clic. Lui è Brandon Hopkins, 31enne americano della Pennsylvania. E l'immagine tanto curiosa è quella del figlio che aspetta sua moglie. Immortalato nella pancia della mamma con il pollice alzato, proprio come il Fonzie di Happy Days. "Come a dire: tutto ok, papà e mamma, ci vediamo tra qualche mese".

 

Presso i nostri studi, a Sammichele di Bari e a Bitonto, è possibile effettuare ecografie di qualsiasi tipo, incluse quelle per anche e reni per i neonati.

Il numero per la prenotazione esami è 3406327440

 

fonte: http://www.unionesarda.it/articolo/notizie_mondo/2014/09/03/il_feto_alza_il_pollice_come_fonzie_l_ecografia_fa_il_giro_del_mondo-3-384361.html

Read more...

L'apparecchio dei denti per 'ringiovanire' il viso

NOVITA' IN MEDICINA ESTETICA

Ringiovanire il viso con l'apparecchio dei denti è una delle frontiera della medicina estetica. L'allineamento dei denti in avanti infatti può aumentare il volume alle labbra aiutando il lavoro del medico estetico . Della correzione estetica dei denti se ne è parlato all'ultimo congresso della Società italiana di medicina estetica, svolto i giorni scorsi a Roma.

"L'apparecchio dei denti può essere di grande utilità per l' estetica del viso. L'altezza del sorriso che scopre troppo le gengive dà problemi estetici e si può correggere grazie alla collaborazione tra medico estetico ed ortodontista. . Un sorriso stretto si può allargare ampliando l'arcata dentale e rendendolo più pieno e affascinante; la correzione dell'inclinazione degli incisivi superiori, può aumentare il volume alle labbra e rendere l'intervento del medico estetico meno invasivo e con effetto più naturale - ha spiegato Marina Rizzo, specialista in odontoiatria, ortodontista e medico estetico a Roma - ma è sopratutto la sinergia tra queste due figure professionali che garantisce il miglior risultato e consente di prevenire i segni dell'invecchiamento". Al congresso romano si è parlato delle apparecchiature estetiche per i denti come mascherine trasparenti e apparecchi linguali, fissi, che si montano sulle superfici interne dei denti, supportate da una tecnologia 3D virtuale.

SE CHIAMI IL NUMERO 3406327440 PUOI PRENOTARE UNA VISITA GRATUITA CON IL NOSTRO MEDICO ESTETICO E CON IL NOSTRO ORTODONTISTA.

 

 

FONTE:http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/estetica/2014/05/29/lapparecchio-dei-denti-per-ringiovanire-il-viso_b9b66a73-1d00-4e6f-a122-6d23db466c40.html

Read more...

Genitori a lezione di salute orale con il 'Dental baby day'

Importanti controlli sin da piccoli

A che età il bimbo deve andare per la prima volta dal dentista? Quando spunteranno i primi dentini e a che età potrà iniziare ad utilizzare lo spazzolino e il dentifricio ? A questi e molti altri interrogativi sulla salute orale dei più piccoli risponderanno gli esperti della Sioi (Società italiana di odontoiatria infantile) durante il "Dental Baby Day", una giornata di prevenzione odontoiatrica dedicata ai bambini in programma il 17 settembre. In diversi aeroporti, scuole, palestre, sale comunali, provinciali, regionali, auditorium e parrocchie gli esperti incontreranno insegnanti, pediatri e genitori, affrontando i temi della prevenzione odontoiatrica e fornendo le indicazioni per applicarla.

"Ritengo importante questa iniziativa che e' rivolta agli adulti per i bambini - spiega la professoressa Raffaella Docimo, presidente della Sioi - e' fondamentale infatti che l'informazione sia veicolata nel modo corretto alle famiglie e a tutti coloro che si relazionano con i più piccoli" . Secondo l'Istat, uno dei motivi più frequenti della rinuncia alle cure sanitarie e' di carattere economico, ricorda la presidente Sioi, e a questo si aggiunge "una non adeguata informazione e motivazione alla prevenzione odontoiatrica sin dalle prime epoche di vita". "Tutto ciò ha quindi portato a un aumento, negli ultimi cinque anni, di circa il 15% della patologia cariosa in età pediatrica- evidenzia Docimo- mentre nel 2013 è ancora alta la quota di bambini ( precisamente il 33.3%) che fino ai 14 anni non è stata mai visitata dall'odontoiatra".

 

I nostri studi abbracciano l'iniziativa "Dental Baby Day". Il nostro esperto è a disposizione di tutti i piccoli pazienti e dei genitori per fornire preziosi consigli circa la prevenzione della salute orale. Per info e orari contattare il 3406327440. Il servizio è GRATUITO.

 

fonte: http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/salute_bambini/medicina/2014/09/15/genitori-a-lezione-di-salute-orale-con-il-dental-baby-day_017a1320-e4fe-4824-b1fe-bcf20e6a046c.html

Read more...

Formicolio alle mani: possibili cause e rimedi

Uno strano formicolio alle mani, che soprende in piena notte, la mattina al risveglio oppure interferisce negativamente con la maggior parte delle attività quotidiane? Un sintomo fastidioso più che un disturbo vero e proprio, il formicolio che colpisce le estremità degli arti superiori può essere scatenato da diverse possibili cause, dalla sindrome del tunnel carpale all’ipotiroidismo, e si cura con rimedi specifici, da studiare caso per caso.

Le possibili cause

Come già anticipato, il formicolio alle mani può essere il sintomo di una patologia che coinvolge altri organi, ma può anche essere solo il risultato, poco piacevole, di una scorretta posizione. Soprattutto quando si dorme, per esempio, può capitare che le mani vengano schiacciate sotto il peso del corpo, comprimendo alcuni nervi e, quindi, interferendo con il normale flusso sanguigno e favorendo la comparsa del formicolio.

Quando, invece, il formicolio alle mani è da interpretare come sintomo, le cause più papabili sono: la neuropatia periferica, caratterizzata dalla compromissione dei nervi che influisce negativamente sulla motilità delle mani; la carenza di vitamina B ed E; la presenza di infezioni o traumi; l’abuso di alcol; l’ipotiroidismo. Una malattia molto frequente nelle donne, che ha tra i possibili sintomi anche il formicolio, è la cosiddetta sindrome del tunnel carpale. Di cosa si tratta? Il tutto come si evince dal nome riguarda il tunnel carpale, ovvero un fisiologico passaggio di legamenti, ossa, nervi e tendini alla base della mano, all’altezza del polso. Quando la zona si infiamma, il tendine si irrita o gonfia, col risultato che si crea una compressione localizzata: il dolore è certo, ma graduale.

I rimedi utili

A ciascuna causa il suo rimedio, a ciascuna malattia scatenante la sua terapia specifica. Infatti, se quando è solo un fastidio temporaneo legato alla posizione delle mani basta un po’ di pazienza e qualche massaggio per risolvere la situazione, quando il formicolio è ricorrente e accompagnato da altri sintomi, meglio approfondire con lo specialista per diagnosticarne con esattezza la causa e, di conseguenza, approntare le cure più indicate, che vanno dalla dieta in caso di carenza di vitamina B ed E, alle cure farmacologiche in caso di ipotiroidismo.

Nel caso della sindrome del tunnel carpale, per esempio, le cure possibili variano in base al grado di gravità: si va dal riposo della mano, fino all’utilizzo di stecche e tutori, nonché di farmaci antinfiammatori ed antidolorifici (da evitare in gravidanza)e la chirurgia. Un consiglio? Se avete un formicolio alla mano che vi perseguita cercate una diagnosi quanto prima: lo specialista di riferimento, dopo aver consultato e chiesto consiglio al medico si famiglia, è il neurologo.

 

fonte: http://salute.pourfemme.it/articolo/formicolio-alle-mani-possibili-cause-e-rimedi/11553/

 

Read more...
Subscribe to this RSS feed