Medicina estetica

Medicina estetica (11)

Medicina Estetica

Radiofrequenza Viso-Corpo

La radiofrequenza è una tecnologia che negli ultimi anni ha messo a disposizione della Medicina Estetica un'ottima opportunità per migliorare i rilassamenti cutanei e sottocutanei del viso e del corpo. Il principio su cui si basa è molto semplice, riscaldare il derma ad una temperatura tale che si determini una duplice reazione: l'accorciamento delle fibre di collagene e la stimolazione alla sua produzione.

Lipocavitazione Ultrasonica

La cavitazione medica è un trattamento non chirurgico e non invasivo, finalizzato a ridurre lo spessore delle adiposità localizzate attraverso l'utilizzo di ultrasuoni a bassa frequenza. Essa rappresenta una valida alternativa non invasiva alla liposuzione.

Filler Riassorbibili

In Medicina Estetica i Filler sono sostanze che vengono iniettate nel derma o nel tessuto sottocutaneo allo scopo di riempire una depressione (rughe e solchi), rallentare i segni dell’invecchiamento o correggere le proporzioni del volto, in particolare per aumentare il volume ad esempio di zigomi, mento, labbra.

Epilazione Laser

L'epilazione laser sfrutta l'azione distruttiva della luce per eliminare i peli alla radice.Il laser viene indirizzato mediante un manipolo con punta raffreddata che dirige l'energia verso la radice del pelo, proteggendo la pelle e raffreddandola allo stesso tempo.

Tossina Botulinica

La tossina botulinica è un farmaco capace di inibire temporaneamente l'azione dei muscoli mimici del volto riducendo la formazione delle rughe di espressione. Trova indicazione nel trattamento delle rughe da espressione (dinamiche) della parte superiore del volto (fronte e regione perioculare) e nella “iperidrosi” (eccessiva sudorazione ascellare, delle mani o dei piedi )che può essere efficacemente eliminata con questo trattamento.

Peeling Chimico

Peeling significa rimozione rapida ma soprattutto controllata degli strati più superficiali dell'epidermide ottenuta mediante l'applicazione di sostanze chimiche quali acidi in grado di scindere i legami che tengono unite le cellule (cheratolisi) in base alla potenza dell'agente chimico utilizzato (acido glicolico, mandelico, piruvico, salicilico, tricloracetico ecc.).

Mesoterapia

In medicina estetica la Mesoterapia è un validissimo mezzo terapeutico per il trattamento della cellulite e del grasso localizzato che consiste nell’iniezione, nel tessuto sottocutaneo, di piccole quantità di farmaco capace di intervenire e svolgere localmente la propria azione.

Biostimolazione

La biostimolazione è una metodica propria della medicina estetica molto importante nella prevenzione e nel trattamento dell'invecchiamento cutaneo. Ha lo scopo di "stimolare" il derma a produrre le sostanze che ne garantiscono l'elasticità e la tonicità oltre che il turgore: il collagene e l'acido ialuronico.

Rimozione Tatuaggi

L'esigenza di cancellare un tatuaggio deriva da diverse ragioni: o perchè ci si è stancati del disegno, o perchè è troppo grande, o si è modificato nel tempo, oppure perchè si vuole sostituire quel disegno con un altro. Il laser Q-switched rappresenta la migliore soluzione per eliminare i tatuaggi senza lasciare traccia e in modo sicuro.

PRP (Plasma ricco di piastrine)

Questa rappresenta una metodica nuova in medicina estetica rigenerativa ed è basata sui fattori di crescita presenti nel nostro sangue. Il PRP può essere usato per rigenerare e per ringiovanire la pelle del viso, delle mani, del collo e del resto del corpo. Questa tecnica permette inoltre di contrastare la caduta dei capelli stimolando l'attività delle cellule staminali dei bulbi piliferi sofferenti.

Cellulite - PEFS

La cellulite estetica, da non confondere con la cellulite infettiva, in termini medici più correttamente denominata pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica o PEFS, indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo che è ricco di cellule adipose. Si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia delle cellule adipose dove, negli spazi intracellulari, si accumulano liquidi (residui dei processi biochimici dell'organismo) in eccesso.

Linfodrenaggio Manuale

Attraverso questo metodo di massaggio delicato sono potenziate le difese immunitarie proprie dell'organismo mediante la stimolazione dei linfonodi; si aumenta pertanto la resistenza dell’organismo alle infezioni.

Nutrizione

Read more...

Drenaggio linfatico manuale secondo Vodder

Attraverso questo metodo di massaggio delicato sono potenziate le difese immunitarie proprie dell'organismo mediante la stimolazione dei linfonodi; si aumenta pertanto la resistenza dell’organismo alle infezioni. Questo metodo trova importanti applicazioni per tutti coloro che sono costretti a lungo in piedi e con problemi di circolazione degli arti inferiori. Indicazione di elezione per il trattamento della "cellulite" al primo e secondo stadio.

 

Read more...

Cellulite - PEFS

La cellulite estetica, da non confondere con la cellulite infettiva, in termini medici più correttamente denominata pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica o PEFS, indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo che è ricco di cellule adipose. Si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia delle cellule adipose dove, negli spazi intracellulari, si accumulano liquidi (residui dei processi biochimici dell'organismo) in eccesso. L’equilibrio del sistema venoso e linfatico (la linfa è un liquido che raccoglie i materiali di scarto dell’organismo e scorre nei vasi linfatici) è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

La cellulite è una liposclerosi ed interessa oltre la metà della popolazione, distribuendosi prevalentemente tra le donne (8-9 donne su 10), ma coinvolgendo anche il genere maschile, sia pure generalmente in forma più lieve (fino a 4 uomini su 10). Il termine cellulite è un termine improprio in quanto in medicina, il suffisso "ite" sta ad indicare un processo flogistico del pannicolo adiposo sottocutaneo e delle strutture anatomiche in esso contenute. Il termine medico ritenuto più idoneo è pannicolopatiaedematofibrosclerotica:

  • -pannicolo: indica che il problema è situato a livello del pannicolo adiposo sottocutaneo
  • -edemato: informa che prima a livello dell'ipoderma e poi nel derma, dove si trova il sistema sanguigno e linfatico, v'è una situazione di edema (ristagno di liquidi) probabilmente dovuto a cattiva circolazione.
  • -fibrosclerotica: segnala che stanno avvenendo fenomeni di organizzazione fibrosa (come se dovessero delimitare l'edema).

La cellulite estetica si può dividere in tre fasi:

  • Edematosa: Crea un edema cioè accumulo di liquidi presenti nel tessuto adiposo, soprattutto intorno alle caviglie, ai polpacci, alle cosce e alle braccia.
  • Fibrosa: Forma una fibrosi, cioè aumenta il tessuto connettivo che indurisce quello adiposo. È caratterizzato da piccoli noduli e dalla cute a buccia d’arancia.
  • Sclerotica: Forma una sclerosi, così che il tessuto diventa duro e nascono noduli di grandi dimensioni. Molto dolente.

 

Esistono diversi tipi di cellulite:

La cellulite compatta

Colpisce soprattutto i soggetti in buona forma fisica con una muscolatura tonica poco mobile: la zona più interessata è spesso dolente e sulla cute compaiono delle smagliature, si localizza sulle ginocchia, cosce e sui glutei. È la forma più comune, è dura, tende l'epidermide (strato più superficiale della pelle) al massimo si presenta soda sotto le dita; è aderente ai piani sottostanti e non si modifica in rapporto alla posizione del soggetto. Raramente dolorosa al tatto o spontaneamente, si accompagna quasi sempre a segni di affaticamento venoso o linfatico di ritorno degli arti inferiori. Si notano: facilità all'ematoma ed alle smagliature, espressione quest'ultima di un disagio delle fibre elastiche del derma (secondo strato della pelle)

La cellulite molle

Colpisce persone di mezza età che hanno tessuto ipotonico o in soggetti che variano di peso. La cellulite molle è costituita da infiltrati mobili con presenza di noduli sclerotizzati; si localizza all’interno delle cosce e delle braccia.

La cellulite edematosa

È caratterizzata dalla presenza di una componente idrica: ristagno liquido dei glutei e del bacino conferiscono ai tessuti un aspetto gonfio e spugnoso. È molto dolente al tatto e spesso anche spontaneamente. È sempre associata ad una cattiva circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori: inizialmente compare solo un senso di pesantezza e di tensione alle gambe ed ai piedi. Col passare degli anni si possono aggiungere segni più marcati di insufficienza venosa fino ad avere la presenza di gonfiori tali che la digitopressione lascia un incavo persistente sulla pelle.

Questa forma costituisce lo stadio finale della degenerazione ed è caratterizzata da tessuto spugnoso, cascante in posizione eretta ed oscillante durante la deambulazione. Alla palpazione il tessuto muscolare è praticamente inconsistente. La terapia è estremamente difficile ed inizialmente deludente. Gli esercizi ginnici mirati giocano un ruolo fondamentale. Colpisce prevalentemente la parte bassa delle gambe, i piedi e le caviglie dando origine alle cosiddette "gambe a colonna".

 

Cause della cellulite

Molte sono le cause che danno origine alla cellulite, spesso dipendente da vari fattori che si sommano fra loro. È causata da un’alterazione del microcircolo. Alcuni fattori non sono causati da noi e quindi non sono eliminabili: questi li definiamo primari (ad es. il sesso, la razza[1] o la familiarità). Gli altri fattori che sono collegati all’andamento della nostra vita li definiamo secondari; sono collegati a patologie particolari o all'assunzione di farmaci. Infine esistono fattori aggravanti dovuti al nostro stile di vita che sicuramente potrebbero essere controllati adottando uno stile di vita diverso (ad es. cattiva alimentazione o sedentarietà).

La formazione di cellulite è correlata alll'azione degli estrogeni , durante il periodo premestruale , in gravidanza e dopo la menopausa infatti l’aspetto a buccia d’arancia si accentua. Lo stile di vita sedentaria o il dimagrimento eccessivamente rapido ,nel quale il tessuto muscolare cede, aggravano l’aspetto visivo della cellulite. Per avere meno problemi di cellulite bisogna svolgere della attivtà fisica, il moto infatti aiuta a mantenere efficiente muscolatura, circolazione e metabolismo aiutando a bruciare i grassi e a prevenire la stasi circolatoria.

Un’alimentazione sbagliata, cioè troppo ricca di calorie e di cibi grassi e di sale causa un accumulo di adipe localizzato e ritenzione dei liquidi. Un viziato atteggiamento posturale e l’abitudine di accavallare le gambe contribuisce ad aggravare la circolazione sanguigna e quindi la cellulite perché comprime i vasi. Trascorrere troppo tempo in piedi, immobili, causa una cattiva circolazione sanguigna perché il sangue fa fatica a risalire dagli arti inferiori con conseguente stasi circolatoria. Vestire indumenti troppo attillati causa cattiva circolazione perché comprime i vasi e indossare scarpe troppo strette o con tacco troppo alto, ostacola il ritorno venoso e linfatico e impedisce il corretto funzionamento dell'importantissima "pompa venosa”. Anche lo stress e il fumo, che ha un’azione vasocostrittrice e aumenta i radicali liberi, peggiorano il microcircolo e aiutano ad accelerare l’invecchiamento cutaneo.

Prevenzione e rimedi

Diversi accorgimenti possono aiutare a prevenire la cellulite:

  • Fare sport: su una pelle elastica la cellulite si vede meno.
  • Curare la salute della pelle.
  • Eliminare fumo ed alcool.
  • Bere molta acqua.
  • Mangiare molta verdura e frutta.
  • Utilizzo di integratori e cosmetici naturali.
  • Seguire una dieta equilibrata, senza però perdere troppo velocemente i chili in eccesso.

 

Adeguate terapie farmacologiche di supporto

  • Termoinfiltrazioni: terapia farmacologica non chirurgica, che grazie a delle piccole iniezioni agisce nel tessuto connettivo sottocutaneo.
  • Linfodrenaggio: massaggio che serve a riattivare la circolazione linfatica, sfruttando movimenti manuali lenti, utilizzando una pressione molto bassa (max 40mmHg)... Attraverso tali manovre viene riattivato il sistema linfatico superficiale e quindi viene veicolato lo smaltimento delle tossine dell'organismo.
  • Ionoforesi: è una corrente continua che passa da un polo all’altro (polo positivo – polo negativo) aiutando così l’assorbimento dei principi attivi delle sostanze. Si applica sulla zona dove è presente l’inestetismo.
  • Pressoterapia: è utilizzata soprattutto su pazienti che oltre a manifestare inestetismi dovuti alla cellulite presentano edema e gonfiori. Si effettua inserendo le gambe in speciali gambali che, gonfiandosi e sgonfiandosi ritmicamente, drenano i liquidi, riattivano la circolazione ed hanno un’azione rilassante.
  • Mesoterapia: trattamento di esclusiva pertinenza medica, che consiste in iniezioni locali, intradermiche e/o sottocutanee, con aghi e iniettori speciali, di piccole dosi diluite di farmaci (anestetici, vasodilatatori, vitamine ecc.).
  • Lipocavitazione: applicazione medica della cavitazione tramite macchinari a ultrasuoni. La lipocavitazione provoca l'implosione delle cellule adipose che saranno successivamente smaltite tramite l'ausilio combinato di pressoterapia o linfodrenaggio. È adatta a soggetti in sovrappeso.

 

Read more...

LIPOCAVITAZIONE ULTRASONICA

La cavitazione medica è un trattamento non chirurgico e non invasivo, finalizzato a ridurre lo spessore delle adiposità localizzate attraverso l'utilizzo di ultrasuoni a bassa frequenza. Essa rappresenta una valida alternativa non invasiva alla liposuzione.

La liposuzione è stata fino ad oggi l’unica soluzione possibile per l’eliminazione definitiva del tessuto adiposo localizzato, in quanto permette di aspirare gli eccessi di grasso dai punti critici mediante una cannula collegata ad uno speciale macchinario di aspirazione. Essa, tuttavia, è a tutti gli effetti un intervento chirurgico, che talvolta può essere sconsigliato o non desiderato dalla paziente.

Grazie alla cavitazione medica è oggi possibile il rimodellamento corporeo non chirurgico, basato su un sistema ad ultrasuoni progettato per fare “implodere”, e successivamente eliminare, le cellule adipose. Al pari della liposuzione, la cavitazione medica può dare risultati definitivi, a patto che vengano rispettate le indicazioni mediche e che la paziente osservi una corretta alimentazione abbinata a uno stile di vita attivo.

 

Read more...

RADIOFREQUENZA VISO-CORPO

La radiofrequenza è una tecnologia che negli ultimi anni ha messo a disposizione della Medicina Estetica un'ottima opportunità per migliorare i rilassamenti cutanei e sottocutanei del viso e del corpo. Il principio su cui si basa è molto semplice, riscaldare il derma ad una temperatura tale che si determini una duplice reazione: l'accorciamento delle fibre di collagene e la stimolazione alla sua produzione.

La seduta avviene senza fastidio per il paziente e senza complicanze. Immediatamente dopo si può avere un leggero arrossamento e un piacevole oltre che naturale turgore con immediato "effetto lifting". Il risultato migliorerà nei mesi successivi fino ad una stabilizzazione che dovrà essere poi mantenuta con un trattamento a cadenza mensile. Le indicazioni sono i cedimenti e lassità cutanee nella loro fase iniziale.

Il trattamento dà buoni risultati anche in aree molto difficili da trattare come il collo e il decolletè o in aree corporee limitate come l'interno delle cosce, delle braccia e dell'addome.

 

Read more...

Soft - Restoration

La Soft Restoration è, tra le tecniche mediche estetiche degli ultimi anni, quella maggiormente innovativa e rivoluzionaria. Con il suo avvento infatti si è aperta una nuova era nelle metodologie del trattamento dell'invecchiamento cutaneo: quella del lifting dolce e naturale, il lifting ambulatoriale non chirurgico.

E’ una tecnica che, tramite l’utilizzo di appositi filler e senza traumatizzazioni del viso, consente di intervenire su tutti i distretti del viso ove si presenti la necessità di intervenire, restituendo ai suoi tratti la naturale freschezza giovanile senza eccessi e senza stravolgimenti.

QUALI I RISULTATI OTTERRAI CON LA SOFT RESTORATION

Riequilibrio dei volumi del volto: le proporzioni ideali di un giovane volto femminile infatti sono quelle che lo rendono simile ad un triangolo rovesciato o, se vogliamo, ad un cuore, con guance piene e fronte polposa. Il processo di invecchiamento invece, conferisce gradualmente al viso una forma esattamente contraria con perdita di volume e polposità intorno agli zigomi, alle guance ed alla bocca, e contemporaneo accumulo di volume intorno al mento e al collo. Uno degli elementi caratterizzanti l’invecchiamento del viso pertanto, è la perdita di tono, compattezza, elasticità e soprattutto volume e pienezza sotto la pelle per il naturale processo di riduzione e riposizionamento del grasso (superficiale e profondo) che porta, come conseguenza, la perdita delle naturali convessità giovanili.

Con la Soft Restoration è possibile riportare pienezza dove i tessuti appaiono svuotati e privi di tono ridando così al volto il volume, lo spessore e la luminosità tipici di un aspetto giovanile e vitale.

Read more...

Biostimolazione

La biostimolazione è una metodica propria della medicina estetica molto importante nella prevenzione e nel trattamento dell'invecchiamento cutaneo. Ha lo scopo di "stimolare" il derma a produrre le sostanze che ne garantiscono l'elasticità e la tonicità oltre che il turgore: il collagene e l'acido ialuronico. Queste sostanze, infatti, con il passare del tempo tendono a diminuire e causare così il rilassamento cutaneo. La scelta del farmaco da utilizzare e il numero e la frequenza delle sedute varia a seconda del tipo di pelle e del problema presente (ovvero pelle con tendenza all'assottigliamento, alla disidratazione, all'invecchiamento fotoindotto, ma anche dovuto al passare del tempo).

L'effetto del trattamento è normalmente è quello di aumentare il turgore, l'idratazione e in generale l'aspetto cutaneo, oltre a permettere un'importante contrasto ai processi d'invecchiamento. La biostimolazione può essere seguita in associazione ad altre metodiche come peeling, luce pulsata, radiofrequenza a seconda delle diverse indicazioni.

Trattamento tonificante biorivitalizzante seno e decolletè

Il seno è il simbolo della femminilità e rappresenta da sempre un punto di attrazione e seduzione, ma è anche una parte molto delicata del corpo femminile e merita certamente attenzioni particolari. E' un programma pensato per tutte le donne che vogliono mantenere o ridare tono e bellezza a seno e decolletè in maniera veloce e delicata, intervenendo in maniera efficace sul problema del rilassamento cutaneo.

 

Read more...

Peeling chimico

Peeling significa rimozione rapida ma soprattutto controllata degli strati più superficiali dell'epidermide ottenuta mediante l'applicazione di sostanze chimiche quali acidi in grado di scindere i legami che tengono unite le cellule (cheratolisi) in base alla potenza dell'agente chimico utilizzato (acido glicolico, mandelico, piruvico, salicilico, tricloracetico ecc.).

Il peeling può essere:

  • molto superficiale (distacco limitato degli elementi morti e cornificati dell'epidermide)
  • superficiale (allontanamento più o meno completo di tutte le cellule dell'epidermide)
  • medio (viene interessato dall'azione del caustico anche il derma superficiale)
  • profondo (il peeling si spinge fino al derma profondo)

 

Dopo il peeling i tessuti rimossi vengono rigenerati e si assiste ad un notevole miglioramento dell'aspetto cutaneo.

 

Read more...

Mesoterapia

In medicina estetica la Mesoterapia è un validissimo mezzo terapeutico per il trattamento della cellulite e del grasso localizzato che consiste nell’iniezione, nel tessuto sottocutaneo, di piccole quantità di farmaco capace di intervenire e svolgere localmente la propria azione.

Sono diversi i farmaci utilizzabili nella Mesoterapia e la scelta, sia della tipologia che della quantità, sarà dettata dalle necessità del paziente e dalla tipicità del problema trattato. E’ per questo che un trattamento mesoterapico deve essere sempre deciso e praticato da un medico specializzato che possa garantire la massima sicurezza al paziente ed il miglior risultato finale.

COME AGISCE LA MESOTERAPIA

Nello spazio compreso tra la cute e i muscoli, dove vi sono le cellule adipose (pannicolo adiposo), si instaura una stasi della circolazione che impedisce al sistema circolatorio venoso e linfatico di drenare le scorie prodotte dal metabolismo delle cellule. L'eccesso di tessuto adiposo (grasso), insieme ad una predisposizione individuale e ad una condotta di vita poco salutare (cattiva alimentazione, scarsa attività fisica, fumo, etc.), determineranno un'alterazione degenerativa del tessuto dermico ed ipodermico definita, appunto, cellulite.

Con il farmaco appropriato il trattamento mesoterapico sarà in grado di agire direttamente sul tessuto degenerato modificandone favorevolmente l'alterazione microcircolatoria che ne rappresenta la causa fondamentale. Lo scopo della terapia mesoterapica, infatti, sta nell'attivare il drenaggio connettivale e nel risolvere la ritenzione dei liquidi in eccesso consentendo così di ripristinare un buon circolo emo-linfatico.

I vantaggi di questa procedura sono dovuti al fatto che si tratta di un trattamento locale, veloce e praticamente indolore, che consente di ottenere un importante miglioramento delle condizioni del tessuto trattato con evidenti benefici estetici delle zone colpite dalla cellulite e dalla pelle a buccia d’arancia.

 

Read more...

Filler

In Medicina Estetica i Filler sono sostanze che vengono iniettate nel derma o nel tessuto sottocutaneo allo scopo di riempire una depressione (rughe e solchi), rallentare i segni dell’invecchiamento o correggere le proporzioni del volto, in particolare per aumentare il volume ad esempio di zigomi, mento, labbra.

I Filler possono essere “transitori” o “permanenti”. I filler transitori, sono quelli il cui effetto cosmetico - clinico cessa dopo qualche tempo, mentre i filler permanenti sono tutti quelli che rimangono, ove iniettati, per tutta la vita. Lo Studio Medico Marinelli, in accordo con le linee guida ufficiali circa l'utilizzo di filler, non utilizza e sconsiglia vivamente la richiesta da parte dei pazienti di riempitivi permanenti a causa dei problemi e complicanze che essi possono causare anche nel lungo termine.

Il filler temporaneo più efficace e utilizzato è l'acido ialuronico. L’acido ialurinico è una sostanza biocompatibile e biodegradabile;componente naturalmente presente nei tessuti non riconosciuta come estranea dall’organismo ed in grado di essere progressivamente e naturalmente riassorbita sino a scomparire in un arco di tempo che varia dai 4 ai 6/9 mesi. Una caratteristica propria dell’acido ialuronico è quella di inserirsi molto bene nei tessuti nei quali viene iniettato e di riempirli in modo molto naturale. Se ne fa uso anche per riempire gli avvallamenti lasciati dalle cicatrici da acne e per dare maggiore idratazione e turgore alla pelle sollecitando una maggiore produzione di collagene ed elastina.

 

Read more...
Subscribe to this RSS feed